L’occhio e lo smartphone – Puntata 34

Smartphoneography | Fotoguida.itQuasi tutte se non tutte le Case costruttrici di ottiche o di pellicole offrivano una relativa serie di filtri: ecco dunque che Arri aveva una propria serie, pochi filtri colorati in pasta, mentre Kodak con i suoi set di filtri Wratten disponeva di una vasta gamma di prodotti: il Wratten Technical Set era composto da 8 filtri, il Wratten Photometric Set di 8 filtri, seguiti dai due kit di 50 e/o 24 Wratten Laboratory Set.

Stupisce o fa sorridere oggi che questi due ultimi set fossero forniti in cassetta di mogano munita di serratura e chiave, come si premurava di specificare la pubblicazione Kodak “Wratten Light Filters”. Questi erano dedicati più che altro alla fotografia scientifica, mentre per la fotografia classica la gamma era ancora più vasta comprendendo filtri per il colore e per la conversione delle pellicole da tungsteno a luce solare e viceversa, ognuno dei quali in una gamma numerosa di densità, e filtri per il bianco e nero.

Per la fotografia classica non c’era via di scampo: mettere il filtro prima dello scatto sicuri di quello che si stava per ottenere, senza via di ritorno con eventuale massiccia post-produzione in camera oscura, o propendere per i due scatti, uno con filtro e uno senza, questo sicuramente non per i bravi o veri fotografi.

Venne l’epoca dei Cokin, accessibili a tutti perché in plastica ma con una buona gamma comprendente i filtri Neutral Density (ND) e i filtri degradanti sia come colore che come densità, come quelli prodotti in vetro dalle altre Case.

Il digitale ha sovvertito tutto in modo esemplare, e le varie app vengono aggiornate con l’aggiunta di sempre più numerosi effetti.

Tiffen è la maggior produttrice di filtri classici in vetro e di filtri in gelatina da apporre direttamente davanti alle sorgenti luminose. Da qualche anno questa azienda va aggiornando le due app create per iPhone e iPad: Tiffen Photo FX e Tiffen Photo FX Ultra.

Smartphoneography | Fotoguida.it

Tiffen Photo FX, app nata per iPhone e iPad che ha vinto il “DV Magazine 2009 Black Diamond” e l’altrettanto prestigioso “Macworld (UK) 4 Star”, comprende in forma digitalizzata la gamma dei famosi filtri ottici Tiffen. Questo significa poter lavorare provando e riprovando senza peraltro perdere mai l’immagine originale.

La app contiene:

  • 76 filtri suddivisi in 8 differenti gruppi per un totale di 878 preset
  • Una scelta di 62 film look tra B&W e colore
  • 117 effetti di luce naturale
  • 27 effetti di granularità per simulare i più noti tipi di filmstock
  • Possibilità di trasformare una immagine fotografica in un dipinto con tutti i tool necessari: pennelli, spatole ecc.

A questo punto l’unica cosa da mettere in gioco è la fantasia perché tecnicamente non ci sono davvero più limiti. Un’occasione per sperimentare infinite correzioni e modifiche della luce e della sua colorazione, divertendosi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. > Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi