Robert Capa – Retrospective a Monza dal 7 ottobre

Organizzata all’Arengario di Monza dal 7 ottobre 2018 al 27 gennaio 2019, ecco una grande mostra dedicata a Endre Erno Friedmann, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Robert Capa.

Fotoreporter, fondatore nel 1947 dell’agenzia Magnum Photos in compagnia di nomi come Henri Cartier-Bresson, George Rodger, David Seymour e William Vandiver, Capa è stato dal 1936 al 1954 testimone oculare di alcuni tra i maggiori conflitti del Novecento. La mostra monzese propone oltre 100 fotografie in bianco e nero che ritraggono la sofferenza, la miseria, il caos e la crudeltà delle guerre. Alcuni sono ormai diventati delle icone: basti pensare alla morte del miliziano nella guerra civile spagnola nel 1937 – uno scatto assai discusso – e alle fotografie dello sbarco delle truppe americane in Normandia, nel giugno del 1944.

La rassegna Robert Capa – Retrospective è articolata in 13 sezioni e si conclude con una novità, un’aggiunta inedita per questa tappa monzese, la sezione “Gerda Taro e Robert Capa” un cammeo di tre scatti: un ritratto di Robert, un ritratto di Gerda scattato da Robert e un loro “doppio ritratto”, un modo per portare in mostra la loro vicenda umana e la loro relazione.

“Questa mostra si presta a differenti letture e il visitatore potrà decidere su quale orientare la propria attenzione: la storia recente, le guerre, le passioni, gli amici. Questo perché per Robert Capa la fotografia era un fatto fisico e mentale allo stesso tempo. Una questione politica, ma anche sentimentale. ‘Se le tue fotografie non sono buone, vuol dire che non sei abbastanza vicino’. Questo il suo mantra e questa la frase scelta da Magnum Photos, per festeggiare i settant’anni dell’agenzia”, afferma Denis Curti curatore di mostra, che ha ripreso fedelmente l’esposizione originariamente curata da Richard Whelan. “Se la tendenza della guerra – osserva lo stesso Whelan, biografo e studioso di Capa – è quella di disumanizzare, la strategia di Capa fu quella di ri-personalizzare la guerra regi­strando singoli gesti ed espressioni del viso. Come scrisse il suo amico John Steinbeck, Capa ‘sapeva di non poter fotografare la guerra, perché è soprattutto un’emozione. Ma è riuscito a fotografare quell’emozione conoscendola da vicino, mostrando l’orrore di un intero popolo attraverso un bambino’”.

Robert Capa – Retrospective

Dal 7 ottobre 2018 al 27 gennaio 2018
Monza, Arengario – Piazza Roma

Orari
Da martedì a domenica 10.00 – 19.00
La biglietteria chiude un’ora prima
Lunedì chiuso

Biglietti comprensivi di audioguida
Intero: 11,00 €
Ridotto: 10,00 € per gruppi di almeno 12 visitatori e titolari di convenzioni appositamente attivate
Ridotto speciale 4,00 € per scuole under 18
Gratuito: minori di 6 anni, 2 accompagnatori per classe e accompagnatore di disabili

Prevendita
1,00€ a persona

Visite guidate
Per gruppi di massimo 25 persone su prenotazione
€ 100,00 gruppi
€ 80,00 scuole
€ 120,00 lingua straniera

Info mostra
Tel. 199 15 11 21
Email mostre@civita.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. > Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi