Paolo Vigevani in mostra a Milano

Paolo Vigevani - Parigi, La casa curva (1999) | Fotoguida.it“Ci sarà sempre qualcuno che, come Paolo Vigevani, camminando scorge qualcosa che altri non vedono e la segnala”: così dice Italo Zannier, presentando la mostra che ha curato. Intitolata “Quando l’occhio diventa una spia” comprende una selezione di foto di Paolo Vigevani. Spaziano dal ’68 francese alle strade di oggi, dal bianco e nero al colore, dall’utilizzo dell’analogico al digitale, con una attenzione all’architettura e al paesaggio agrario, di un po’ tutto il mondo (esclusa l’Oceania, sottolinea, dove non è mai andato). Nel gioco grafico dell’architettura spesso si inserisce la figura umana o un particolare che attira l’occhio.

Dopo aver girato sempre il mondo con la fotocamera (“a volte quando giro Venezia con la macchina fotografica mi vergogno di sentirmi più un turista che un veneziano”), solo da pochi anni ha selezionato le sue immagini per presentarle al pubblico. Prima con la Galleria Blanchaert e successivamente con un suo stand, Paolo Vigevani, che è anche editore delle edizioni del Polifilo, è stato presente al Milan Image Art Fair.

La mostra in corso a Milano, presso la Sala del Grechetto alla Biblioteca Sormani, resterà esposta fino al 3 aprile 2013.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. > Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi