DxO PhotoLab 2.1 punta alle performance

Cresce la risoluzione media delle fotocamere, aumentano i volumi di scatti prodotti e cresce la complessità dell’editing man mano che fotografi e assistenti perfezionano le tecniche di postproduzione: ecco perché la velocità operativa delle applicazioni di gestione e sviluppo digitale diviene un elemento sempre più importante per l’utenza ed ecco perché il miglioramento delle performance è la principale novità su cui punta la nuova versione 2.1 di DxO PhotoLab, il software succeduto a DxO OpticPro.

Dopo aver introdotto DxO PhotoLibrary, il sistema per la gestione di immagini e metadati che permette di mantenere grandi cataloghi di fotografie, la nuova release DxO PhotoLab 2.1 ne ha migliorato l’architettura del database per velocizzarne le operazioni e ha aggiunto alla versione per macOS la stessa funzione per l’indicizzazione dei file che già era presente nella versione per Windows, la quale è stata a propria volta potenziata con una nuova funzione di ricerca storica più dettagliata. Ora tutte le ricerche di immagini vengono salvate per essere accessibili con un solo click anche dopo l’apertura di una nuova sessione utente.

Per quanto riguarda i dispositivi riconosciuti, DxO PhotoLab 2.1 ha introdotto il supporto di Nikon 7, Fujifilm X-A5 e Hasselblad L1D-20c, fotocamera che si trova montata sul drone DJI Mavic 2 Pro. Nel caso della Nikon Z 7, il database delle combinazioni corpo/ottica comprende non meno di 200 moduli ottici. I moduli implementano il processo scientifico di calibrazione di DxO per effettuare automaticamente la correzione di ogni difetto ottico come distorsione, aberrazione cromatica, vignettatura e caduta di nitidezza.

I tecnici DxO sono attualmente impegnati nella calibrazione di Nikon Z 6, Canon EOS R e EOS M50, Fujifilm GFX 50s e GFX 50r, nonché la versione Zoom del drone DJI Mavic 2. All’orizzonte è atteso anche il supporto dei moduli per gli obiettivi autofocus prodotti appositamente per la mirrorless medio formato Hasselblad X1D.

Tra le altre caratteristiche di DxO PhotoLab 2.1 si trova la funzione di denoising DxO PRIME per la rimozione del rumore digitale, la funzione di ottimizzazione intelligente dell’esposizione DxO Smart Lighting, la funzione di dehazing e aumento del contrasto locale DxO ClearView Plus, e la tecnologia per l’editing locale U Point prodotta da Nik Software, che consente di effettuare selezioni complesse con pochi click del mouse o della tavoletta. DxO PhotoLab è l’unica applicazione a integrare completamente U Point all’interno di un workflow non distruttivo.

DxO PhotoLab 2 è disponibile nella versione ESSENTIAL a 129 euro (in offerta speciale 99,99 euro fino al 25 dicembre 2018 sul sito shop.dxo.com) e nella versione ELITE a 199 euro (in offerta speciale a 149,99 euro fino a Natale). L’aggiornamento alla versione 2.1 è gratuito per gli acquirenti della versione 2.0. La versione completa di DxO PhotoLab 2 può essere provata gratuitamente per un mese scaricandola dall’indirizzo www.dxo.com/en/dxo-photolab/download

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. > Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi