Profoto B1 500 AirTTL

Pubblicato il 15 maggio 2015 in Fotografia digitale, illuminazione, Profoto da

Monotorcia flash Profoto B1 500 Air TTLChe dire del Profoto B1? La presentazione della monotorcia B1 500 Air TTL ha decisamente sconvolto il mondo del flash e il concetto di portatilità delle luci professionali, al punto da essere considerato un prodotto che cambia addirittura le regole dell’illuminazione fotografica. Se siete rimasti impressionati dal nostro precedente articolo sulle monotorce da studio D1 allora resterete di nuovo colpiti dal fatto che, su quello schema di prodotto, la svedese Profoto ha realizzato uno strumento potente (500W) che non ha bisogno di cavi di sync ma nemmeno di quelli di alimentazione: infatti è il primo flash professionale di questa potenza che viene alimentato da una sua batteria autonoma, rendendolo posizionabile in qualunque punto della scena anche dove, fino a oggi, era impensabile mettere un punto luce.
Fondamentalmente il B1 è uguale al fratello da studio D1: stesso case esterno e stesse dimensioni ma con due grandissime differenze: è alimentato a batteria e permette l’integrazione TTL tra fotocamera e flash. Al momento attuale sono disponibili due remote control Air RemoteTTL dedicati: per le fotocamere Canon (Air Remote TTL-C, per una misurazione E-TTL II) e per quelle Nikon (Air Remote TTL-N, per una misurazione i-TTL). Il B1 può essere attivato e utilizzato con qualunque controllo remoto ma la funzionalità TTL è disponibile solo con gli Air Remote dedicati.

Grazie all’utilizzo di questi controlli remoti non sarà più necessario preoccuparsi di regolare l’intensità dei flash poiché, grazie alla funzione TTL, questo avverrà automaticamente, basandosi sulla lettura della luce direttamente dalla fotocamera; è ovvio che ogni intervento è possibile sia dallAirRemote sia direttamente sulla monotorcia. Nel primo caso si può modificare la potenza fino a un massimo di +/- 2 stop mentre dal B1 questo range sale a +/- 9, con incrementi da 1/10 o 1 stop per volta. Dal remote è possibile anche impostare la luce pilota così come la sincronizzazione del flash sulla prima o sulla seconda tendina.
Le prestazioni del B1 500 Air TTL sono a dir poco impressionanti, a partire dalla rapidità di scatto e di ricarica: come si diceva per il Profoto D1, anche in questo caso non ci si deve più preoccupare di attendere che il flash si ricarichi proprio perché questo avviene in tempi così rapidi, fino a un decimo di secondo, da garantire fino a venti scatti al secondo a piena potenza (nella modalità Quick Burst). L’impostazione tipica del tempo di flash è impostata su 1/1.000 di secondo ma, all’occorrenza, il B1 è capace di produrre un lampo breve quanto 1/19.000 di secondo (modo Freeze), sufficiente a catturare qualunque tipo di movimento si possa pensare di fotografare.

La batteria di alimentazione del Profoto B1 500 Air TTLProfoto ha introdotto di recente, grazie a un brevetto proprietario, una nuova funzionalità, chiamata High Speed Sync (HSS per brevità) che permette di sincronizzare i flash con una velocità di scatto più rapida (fino a 1/8.000 di secondo) di quanto sia di solito quella impostabile con la funzione x-sync delle fotocamere (oggi quasi tutte regolate tra 1/180 e 1/250 di secondo). Questa funzione è disponibile gratuitamente attraverso un aggiornamento del firmware del B1 e deigli Air Remote TTL.
Il display posteriore del B1 è ora dotato di un display a cristalli liquidi più luminoso rispetto a quello del D1, che offre una lettura immediata, e anche da molto lontano, della potenza impostata sul flash, il gruppo e il canale radio a cui è assegnato, il tipo di sincronizzazione e la modalità della luce pilota; quest’ultima è una lampada a LED da 20W che corrisponde a una lampada tradizionale da 70W. C’è anche, ovviamente, un indicatore del livello di carica della batteria. Con una carica completa si possono effettuare oltre 200 scatti alla massima potenza e addirittura un migliaio alla potenza minima; la batteria agli ioni di litio si ricarica completamente in due ore con il caricatore fornito di serie o in un’ora con il caricatore rapido opzionale.

Come abiamo visto sul D1, anche per questo modello sono a disposizione tutti gli accessori Profoto per la modifica controllata del fascio di luce, come ombrelli, filtri e softbox, questi ultimi applicabili con estrema semplicità grazie a un sistema proprietario di guide basate su un codice colore per ogni modello.

Share