HX90, HX90V e WX500: le nuove compatte superzoom Sony

Pubblicato il 14 aprile 2015 in Fotocamere Compatte, Fotocamere Superzoom, Sony da

Sony HX90 fotocamera compatta superzoom | Fotoguida.itUna piattaforma, tre differenti modelli: Sony ottimizza il design delle proprie fotocamere compatte declinando un tris di prodotti dalle caratteristiche molto simili con una mossa che normalmente viene effettuata quando si intende saturare una precisa nicchia di mercato ritenuta strategica o comunque redditizia. In questo caso la nicchia è rappresentata dalle compatte con sensore da 1/2,3″ e 18,2 megapixel di risoluzione e ottica nella fascia inferiore della categoria superzoom (nello specifico un obiettivo ZEISS Vario-Sonnar T* con’escursione 30x da 25 a 750mm equivalenti): qui le Sony Cyber-shot HX90, HX90V e WX500 si giocano la partita sulla presenza o meno di opzioni come il mirino elettronico (HX90/HX90V) o il rilevatore GPS (HX90V), mentre tutte le altre caratteristiche salienti rimangono invariate.

Sony WX500 fotocamera compatta superzoom | Fotoguida.it

Sony WX500. Esternamente si distingue dalla Sony HX90/HX90V per il grip meno accentuato.

Tutti i tre modelli dispongono infatti di sensore CMOS Exmor R da 80-3200 ISO nativi (fino a 12.800 ISO in modalità estesa), processore d’immagine Bionz X, schermo OLED posteriore ribaltabile da 921.600 punti non touch, connettività Wi-Fi, apertura massima dell’obiettivo compresa tra f/3,5 al grandangolo e f/6,4 al tele, 10 scatti JPEG al secondo di raffica e controllo manuale dell’esposizione. Di fatto, anzi, l’unica differenza tra HX90 e HX90V è la presenza del GPS in quest’ultimo modello, come già accaduto in passato (cfr. la generazione precedente di questi apparecchi, i modelli HX60/HX60V, che pure proponeva una risoluzione maggiore).

Tutte le caratteristiche tecniche delle Sony HX90/HX90V e WX500 sono come sempre consultabili e raffrontabili sul comparatore di Fotoguida.

Share