L’occhio e lo smartphone. Puntata 47

Pubblicato il 3 ottobre 2014 in Fotografia digitale, L'occhio e lo smartphone, Smartphoneography da

Smartphoneography | Fotoguida.it | Foto di Jean-François GornetSvegliarsi alla mattina e non sentire nemmeno un “cinguettio”… guardare verso l’alto e vedere un cielo azzurro sgombro da qualsiasi “cloud”… Ci sarebbe da spaventarsi perché significherebbe che il mondo è cambiato in una sola notte! Metaforicamente, perché stiamo cambiando sì velocemente, ma in modo inverso.

Mi riferisco alla smartphoneography, che continuo a considerare una nuova ma importante “forma d’arte” ma che mi pare stia cedendo un po’ troppo velocemente i propri spazi ai cosiddetti “selfie”.

Narciso, invece, all’IFA di Berlino sarebbe stato felice. Non più smartphone con telecamerine anteriori da 2 megapixel (proprio pochino), ma ecco le novità.

Nokia ha presentato il nuovo Lumia 735 con fotocamera anteriore da 5 megapixel, accompagnato dalla app dedicata Lumia Selfie che permette a chiunque di ritoccarsi in pochi istanti.

Wiko si era già portata in primo piano con una camera frontale da 8 megapixel su Highway ed ecco che sia Huawei Ascend Mate 7 che Samsung Galaxy Note 4 sono preannunciati in arrivo con fotocamere frontali da grande ritrattista.

C’è ora da chiedersi se il vero selfie (almeno una volta lo abbiamo fatto tutti, tanto che lo porrei tra i peccati veniali!) sia anche amante della fotografia o solo un semplice Narciso.

I selfie da Oscar 2014 (un premio che ormai si potrebbe istituire) sono quelli dei rapinatori fotografatisi in gruppo con relativa refurtiva!

Su giornali e riviste leggo opinioni tutto sommato concordanti. Chi più chi meno (personaggi pubblici o di spettacolo) non demonizzano i selfie, le redazioni dei settimanali si riempiono di foto e credo arrivino le immagini più impensate.

In fondo, che male c’è ad essere un po’ Narcisi.

Share