Un drone per “La Palmira”

Pubblicato il 29 aprile 2014 in Accessori fotografia digitale, Featured, Video da

La Palmira Ul film | Fotoguida.itDi droni si parla sempre più spesso. Ne è stato utilizzato uno anche per alcune riprese dall’alto di “La Palmira – Ul film” che, dopo il successo nella Svizzera italiana (dove per numero di spettatori ha battuto anche “Sole a catinelle” di Checco Zalone), esce nelle sale cinematografiche italiane l’8 maggio 2014 in concomitanza con la Festa del cinema, nata per favorire l’aumento dell’afflusso di pubblico e per fare apprezzare la bellezza e il fascino del grande schermo, rilanciando l’importanza culturale e sociale del cinema.

Il film ha per protagonisti i cugini svizzeri dei Legnanesi, i sempliciotti Palmira, il marito Geni, la cognata la Miglieta, la perpetua impicciona Ersilia che se la devono vedere con dei veri furbetti come il direttore del Circo Beck e l’ambigua Elisabetta. E, per consacrare lo stretto rapporto di vicinanza, i Legnanesi compaiono alla fine in un cameo, come anticipazione del prossimo film che gireranno sotto la direzione dello stesso Alberto Meroni.

L’utilizzo di un drone, per alcune riprese dall’alto nelle strade di Mendrisio, ha lasciato molto soddisfatto il regista del film Alberto Meroni che, per queste riprese, è stato affiancato da Simone Pulejo della Volovisione, l’azienda specializzata in video dall’alto. «Le riprese dall’alto – spiega Alberto Meroni – mi hanno permesso di accentuare il senso di dinamismo che la storia richiedeva, unito a un gioco di ricerca grafica altrimenti impossibile, che invece mi sono divertito ad accentuare».

Sul drone è stata montata una Canon Eos 5D Mark III con obiettivo EF 1,4/25-105 mm stabilizzato, che è stata abbinata alle riprese effettuate con una videocamera professionale Sony PMW-F3 equipaggiata con uno zoom Cine Varotal 25-250mm T3.9 della Cooke, azienda che vanta quasi cento anni di attività nel settore degli obiettivi professionali. L’obiettivo è stato utilizzato in alternativa allo zoom 17-50mm T2.9. Il risultato è un video digitale Full HD 1080p che garantisce una visione di qualità professionale, come è possibile verificare al cinema.

Tutto questo ha valso al film il premio debuttanti opera prima al Montecarlo Film Festival de la Comédie, dedicato alle commedie e diretto da Ezio Greggio.

Share