L’occhio e lo smartphone. Puntata 17

Pubblicato il 17 gennaio 2014 in Fotografia digitale, L'occhio e lo smartphone, Smartphoneography, Tutorial da

Smartphoneography. Lo Scontrino Volante pronto alla partenzaIn questa puntata che potremmo intitolare “Lo Scontrino Volante” voglio raccontare di qualcosa che non vuole essere né foto né illustrazione, né tanto meno opera d’arte ma solo divertimento. Puro divertimento ed esempio di come sia possibile ideare e raccontare visivamente una storia ispirandosi anche ai piccoli eventi quotidiani ai quali non daremmo altrimenti attenzione.

In questo caso possiamo oltretutto parlare di smartphoneography perché credo che senza avere a portata di mano il mio fido smartphone difficilmente sarei riuscito a captare e sviluppare la mini-storia che segue: a dimostrazione di come la consapevolezza di avere sempre a portata di mano uno strumento fotografico aiuti a cambiare in qualche modo l’approccio alla fotografia stessa cogliendo ogni opportunità, anche la più inaspettata.

Giocherellavo a tavola con un semplice scontrino e sono finito col piegarlo per ottenere il consueto aeroplanino di carta. Posizionato in piedi e su quella tovaglia con una sola ombra sembrava una navetta pronta al decollo. Il mio smartphone era lì a portata di mano, e non è occorso molto perché decidessi di provare a scattare due o tre immagini.

Per costruire una piccolissima storia mi occorrevano almeno quattro immagini in totale. Se la prima corrispondeva più o meno al decollo, la seconda doveva per forza descrivere la salita verso l’orbita. Per il cielo e le nuvole ho semplicemente utilizzato una confezione di fazzoletti di carta di un marchio molto diffuso.

Smartphoneography. Lo Scontrino Volante in volo

E per una immagine in orbita? Ho approfittato di una foto della NASA appartenente a una animazione time-lapse e ho sovraimpresso lo scontrino con angolo e dimensione differenti sostituendone i colori. Non ricordo esattamente, ma credo che qui lo scontrino stia sorvolando il Golfo del Messico nottetempo.

Smartphoneography. Lo Scontrino Volante in orbita

E per il rientro alla base la solita tovaglia, un paracadute accennato con Photoshop, colori caldi e una leggera ombra.

Smartphoneography. Lo Scontrino Volante atterra alla base

Molto velocemente dunque, poiché il tempo totale d’esecuzione è stato meno di un’ora, la smartphoneography mi ha permesso di trovare e narrare una storia minima nata così, quasi per caso. Può essere anche un modo per sperimentare facilmente qualche idea “sul campo” per mettere a punto lo storyboard visivo di lavori più strutturati, magari da realizzare in ultima battuta con fotocamere e attrezzature professionali. In qualunque caso, uno strumento prezioso di cui tenere sempre conto.

 

Share