Una foto nella storia, 45 anni dopo ecco la ricostruzione

Pubblicato il 23 dicembre 2013 in Featured, Hasselblad, Tutorial da

Equipaggio Apollo 8 | Fotoguida.itSono trascorsi esattamente 45 anni da uno degli scatti più importanti nella storia dell’umanità, quando l’equipaggio dell’Apollo 8 fissò indelebilmente su pellicola il sorgere del pianeta Terra oltre l’orizzonte lunare. Era il 24 dicembre 1968, entro sette mesi l’uomo avrebbe passeggiato sul suolo selenita, ma quella missione – la prima con equipaggio a orbitare intorno al satellite – rese emozionante come mai la vigilia del Natale, con Bill Anders, Jim Lovell e Frank Borman che fecero gli auguri all’intera umanità recitando i primi versi della Genesi tratti dalla versione della Bibbia di Re Giacomo.

Per ricordare quell’anniversario, la NASA ha pubblicato online un video nel quale vengono ricostruiti nel dettaglio i momenti nei quali l’equipaggio si accorse del sorgere della Terra e agì rapidamente per riuscire a riprendere la scena. Un’immagine che il comandante della missione, Frank Borman, provò (per la verità senza molta convinzione) a impedire dal momento che quell’attività “non era programmata”, soprattutto perché richiese una rotazione della navicella per poter mantenere la Terra visibile da uno dei finestrini.

La foto venne scattata con una delle fotocamere Hasselblad 500 EL in dotazione, caricata con pellicola a colori Ektachrome 64 ASA da 70mm in un magazzino C-368, e con un teleobiettivo da 250mm chiuso a f/11. La NASA ha ricostruito l’esatta posizione dell’Apollo 8 utilizzando le foto della superficie lunare che venivano scattate automaticamente ogni 20 secondi da un’altra Hasselblad con pellicola b/n e obiettivo da 80mm e confrontandole con le mappe ad alta risoluzione prodotte dalla sonda Lunar Reconnaisance Orbiter (LRO) lanciata nel 2009. Tra tutti i “dietro le quinte” fotografici che siamo abituati a vedere, questo davvero merita un posto a parte: anche se, data la complessità del set, non è certo considerabile un tutorial come gli altri.

Share