L’occhio e lo smartphone. Puntata 15

Pubblicato il 19 dicembre 2013 in Fotografia digitale, L'occhio e lo smartphone, Smartphoneography, Tutorial da

Qualche volta da grandi si crede maggiormente alle favole rispetto a quanto non ci si credesse da bambini. Oggi poi, in un’epoca nella quale i nostri figli – o meglio ancora i nostri nipoti – sono supertecnologici, non c’è da stupirsi se i meno o molto meno giovani arranchino per stare al passo. E la letterina natalizia che segue potrebbe essere, tutto sommato, uno spaccato di verità.

Un figlio aiuta un padre a scrivere la letterina da inoltrare a Babbo Natale o, volendo, a Santa Claus (forse è la stessa persona). L’uomo, in quanto a scelte, naviga nel buio; il ragazzo conosce invece pregi e difetti di ogni smartphone: quindi i consigli, conoscendo il padre, sono mirati.

Ma c’è di più. Nella letterina il ragazzo azzarda anche qualche suggerimento per Babbo Natale stesso.

“Papà, penso che anche Lui abbia uno smartphone e sarebbe bello se lungo il suo percorso scattasse qualche immagine. Senza che si offenda, spiegagli almeno questo – poi le stesse quattro regole potresti applicarle anche tu (ammesso che lo smartphone ti arrivi!!). Eccole:

  • Cerca di raccontare per immagini (anche poche) una piccola storia.
  • Se fotografi nottetempo o in presenza di poca luce, cercati un punto d’appoggio per non muoverti durante lo scatto.
  • Non usare il flash, la luce ambiente è sempre la più bella perché riproduce il luogo che stai fotografando – meglio un’immagine leggermente mossa che la luce piatta e sparata del flash.
  • Scatta all’insaputa (o quasi) di tutti – eviterai gli orribili sguardi in macchina.
  • Non insistere affinché i bambini ti sorridano o, peggio, facciano ciao con la manina.
  • I bambini hanno sempre espressioni di stupore quando aprono i regali – cerca di non farti notare e scatta più che puoi.
  • Soprattutto, non costringere nessuno ad assumere pose forzate o a mettersi in gruppo per la foto di famiglia.

Conclusione: pensa di essere un inviato speciale mandato a raccontare per immagini una bella storia di Natale.

Solo per Babbo Natale: Mi raccomando! Scatta qualche primo piano delle renne, potrebbero offendersi e piantarti in asso, anzi in cielo”.

NORAD Santa Claus Radar Tracking | Fotoguida.itE a proposito di Babbo Natale, aggiungo come chicca questo particolare di una copertina di una rivista del 1958. Il disegno che vedete qui a lato rappresenta lo schermo di un radar che segue il percorso di Babbo Natale in cielo: un’idea divertente e per allora molto avanti nei tempi, sorta in concomitanza con la costituzione del NORAD – il Comando della Difesa Aerea nordamericana – e successivamente implementata interattivamente da un sito apposito.

A tutti i nostri lettori gli auguri più belli… e che ognuno possa ricevere lo smartphone che desidera!

 

 

 

 

 

La rubrica “L’occhio e lo smartphone” si prende una breve e meritata pausa di vacanza e vi dà appuntamento al 10 gennaio 2014.

Share