Le Canon PowerShot passano al processore DIGIC 6

Pubblicato il 21 marzo 2013 in Canon, Fotocamere Compatte da

Canon PowerShot SX280 HS | Fotoguida.itCome accade nel settore dell’automobile, dove la ricerca avanzata che viene condotta per le vetture da corsa o top di gamma filtra nel tempo fino a integrarsi nelle utilitarie, così anche nella fotografia vi sono tecnologie che gradualmente si diffondono in tutte le categorie di modelli. È il caso delle ultimissime fotocamere compatte Canon PowerShot SX280 HS e PowerShot SX270 HS il cui cuore è un potente processore DIGIC 6, lo stesso che equipaggia attualmente gli apparecchi reflex professionali Canon. Questo componente lavora in tandem con il sensore CMOS da 12,1 megapixel permettendo, tra l’altro, di ricavare foto di buona qualità anche in caso di scarsa illuminazione e di registrare filmati Full HD 1920x1080p fluidi con audio stereo in formato MPEG4 conservando i dettagli della ripresa.Queste due nuove fotocamere compatte sono dotate di uno zoom ottico 20x stabilizzato, abbinato a uno zoom digitale 2x; uno schermo LCD da 3″ e 461.000 punti rivestito da uno strato di vetro temperato permette di controllare l’inqudratura e di rivedere foto e filmati anche in pieno sole. Oltre agli automatismi caratteristici delle macchine fotografiche digitali di questa categoria, Canon ha anche previsto la possibilità di regolare manualmente l’esposizione in base all’apertura del diaframma (Av) o alla velocità dell’otturatore (Tv) per offrire un maggior controllo ai fotografi che desiderano personalizzare i loro scatti.

Il modello PowerShot SX280 HS è inoltre dotato di ricevitore GPS interno e tecnologia Wi-Fi per un utilizzo “connesso” della fotocamera con l’intero parco di dispostivi che caratterizzano il lifestyle digitale. Canon PowerShot SX280 HS e PowerShot SX270 HS saranno in vendita da aprile 2013 al prezzo indicativo suggerito al pubblico rispettivamente di 360 euro e 330 euro IVA inclusa.

Share