Leica racconta il bello dell’Italia

Pubblicato il 17 gennaio 2013 in Fotografia digitale, Leica, Mostre fotografiche da

Michele Lupi direttore di Rolling Stone Magazine fotografato da Giuseppe Di Piazza | Fotoguida.itFotografia e cultura: un binomio inscindibile per Leica. “Le fotocamere Leica sono sempre state testimoni e fedeli compagne di viaggio dei più grandi fotoreporter della storia, da Robert Capa a Gianni Berengo Gardin, da Nick Ut a Steve McCurry, documentando tappe e avvenimenti fondamentali per la nostra cultura”, commenta Renato Rappaini, Managing Director di Leica Camera Italia. Lo dice inaugurando una mostra e lanciando un nuovo progetto di ampio respiro, voluti dalla filiale da alcuni mesi attiva nel nostro Paese.

La mostra, esposta a Milano presso il Palazzo delle Stelline fino al 20 gennaio 2013, è “Italia Magazine” e raccoglie oltre 20 ritratti in bianco e nero di altrettanti direttori di settimanali e mensili realizzati da Giuseppe Di Piazza, alcuni dei quali vi presentiamo qui. È un modo per sottolineare l’impegno che la stampa mette a raccontare l’Italia di oggi: “È proprio sulla stampa settimanale e mensile che la fotografia trova – sia per il formato sia per le carte utilizzate – la forma migliore. Mi è sembrato naturale rendere omaggio a chi da anni, in situazioni difficili di mercato, continua a fare giornali tanto fondati sull’immagine”, commenta l’autore. I ritratti sono in bianco e nero, realizzati con la nuova Leica M Monochrom, definita da Renato Rappaini “il perfetto compromesso tra innovazione – la componente digitale – e tradizione storica tipici del marchio tedesco – un sensore che vede solo le sfumature di bianco e nero”.

Contemporaneamente si concretizza la seconda fase di un altro progetto. “Il Bello dell’Italia” si annuncia come “un’iniziativa volta a portare l’attenzione e lo sguardo sulle attività che contribuiscono alla realizzazione, alla conservazione e al supporto del patrimonio umano, ambientale e culturale italiano”.

Aldo Vitali direttore di TV Sorrisi e Canzoni fotografato da Giuseppe Di Piazza | Fotoguida.itLa prima fase, Leica Talent, ha permesso di individuare, dopo una attenta e stringente selezione tra oltre 10 mila iscritti, dodici fotoamatori e sei fotografi professionisti: a loro è affidato il compito di raccontare “Il Bello dell’Italia”. I fotoamatori lavoreranno con una Leica X2, mentre la Leica M-E sarà data in uso ai professionisti. Questi ultimi seguiranno per un mese e mezzo una onlus per raccontare sei differenti storie di solidarietà umana. L’attività dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) verrà documentata da Piero Quaranta. Serena documenterà a colori il lavoro della Fondazione Theodora, che cerca di portare il sorriso ai bambini in ospedale. L’assistenza agli anziani curata dal Consorzio Cgm verrà raccontata da Serena a colori; mentre i City Angels, che si occupano di aiutare senzatetto, tossicodipendenti, emarginati, saranno ripresi da Gianluca Panella in bianco e nero. L’attività della Fondazione Serena, specializzata nella cura di malattie neuromuscolari, sarà fotografata da Paolo Ciregia in bianco e nero; e ancora in bianco e nero saranno fotografate le nostre coste da Alessandro Luzi affiancando Italia Nostra Onlus, attenta alla salvaguardia dei beni culturali, naturali e artistici del nostro Paese.

Il progetto vede coinvolto anche Sky Arte, che documenterà con video esclusivi il “dietro le quinte” dei reportage dei sei fotografi professionisti. Li seguirà nel loro lavoro che culminerà a marzo con la presentazione dei lavori e la premiazione di un autore tra i fotoamatori e uno tra i professionisti: riceveranno la fotocamera con la quale hanno lavorato.

Share