CES 2013: Fujifilm annuncia la X100S

Pubblicato il 8 gennaio 2013 in CES 2013, Fotocamere Mirrorless, Fujifilm, Novità! da

Fujifilm X100S novità al CES 2013 di Las Vegas | www.fotoguida.itA due anni di distanza dalla presentazione del modello che ha introdotto la linea X di Fujifilm, ecco un importante aggiornamento che va sotto il nome di X100S. Apparentemente la nuova fotocamera sembra identica al modello precedente, dal quale mutua corpo e obiettivo grandangolare da 23mm f/2.0. Solo una piccola S sulla parte frontale destra e una piccola S rossa incisa sulla parte superiore la distinguono dalla sorella più “vecchia”. Tuttavia è “sotto la pelle” che ci sono le novità importanti. La prima è rappresentata dal mirino elettronico ibrido ad alta risoluzione, come quello che si trova sulla top di gamma X Pro-1 per intenderci, mentre le altre due sono meno visibili a occhio nudo ma decisamente di alto livello: un nuovo sensore e un nuovo processore d’immagine.

Il primo, un CMOS APS C di nuova concezione, denominato X-Trans II da 16,3 megapixel, viene accoppiato al processore, anch’esso alla seconda generazione, EXR Pro II che insieme riescono ad aumentare la risoluzione finale di circa il 25% rispetto alla X100, andando a influire anche sulla riduzione del rumore, contenuta di circa il 30% così da produrre immagini di qualità paragonabile a quelle realizzate con fotocamere dotate di sensore a pieno formato. Il sensore X-Trans II, come il predecessore, è privo del filtro anti-alias tipico ma, grazie alla sua struttura con i pixel a rilevamento di contrasto di fase, consente una cattura più precisa della luce senza l’insorgere dell’effetto moiré, oltre che a mettere a disposizione  dell’utilizzatore il sistema di messa a fuoco automatica più veloce al mondo!Sicuramente è importante l’aumento delle prestazioni fornite dal sensore, oggi in grado di catturare quasi il 33% in più di pixel rispetto a quello montato sull X100 originale, capace di “soli” 12,3 MP.

Essendo una fotocamera dedicata a un pubblico, fotograficamente parlando, maturo è stata data importanza a una serie di caratteristiche che oggi spesso non trovano nemmeno più posto sulle fotocamere digitali. Una di queste è la messa a fuoco manuale: sulla X100S, grazie alle caratteristiche potenti del sensore, è possibile visualizzare l’immagine spezzata (come avveniva un tempo sulle macchine analogiche) così da permettere la focheggiatura in modo preciso, soprattutto con un diaframma molto aperto o in occasione di riprese di tipo macro. Altra funzione sempre rivolta alla pratica della messa a fuoco è la Focus Peak Highlight, che evidenzia le aree a elevato contrasto del soggetto fornendo al fotografo una guida per quelle situazioni in cui è difficile capire se la messa a fuoco è precisa.

Due parole sul nuovo mirino ibrido ottico/LCD da 2.360.00 punti che è in grado di mostrare immediatamente, in modalità elettronica, la profondità di campo reale oltre a coprire il 100% dell’area di ripresa e fornire tutte le informazioni sullo scatto; è presente una funzione che permette un notevole risparmio energetico durante l’utilizzo del mirino elettronico, capace di raddoppiare l’autonomia della batteria rispetto al sistema in uso sui modelli che impiegano lo stesso tipo di mirino ibrido. In modalità ottica si possono modificare il tempo di posa, il diaframma, il valore ISO senza togliere lo sguardo dall’inquadratura. La cornice dell’inquadratura e la luminosità dei dati forniti si regolano automaticamente in base alla luce ambiente per una perfetta visione delle informazioni sul display.

La Fujifilm X100S, presentata al CES 2013 di Las Vegas, sarà disponibile sul mercato italiano dal prossimo mese di febbraio a un costo di circa 1.200 Euro. Per maggiori informazioni si rimanda al sito Fujifilm.

Share